L'ORTO DI VERDEVIVO

Fare l'orto è un gioco da ragazzi!

Insieme ai ragazzi della Fondazione Minoprio, VerdeVivo ti conduce, passo dopo passo, nella creazione del tuo orto.

Che sia in balcone o in un pezzo di terra dietro casa, con VerdeVivo capirai quanto sia facile ottenere risultati concreti in poco tempo attraverso le tecniche base, i prodotti giusti e tutti i segreti per avere un hobby pieno di gioia e soddisfazioni!

Prendersi cura di un orto non è mai stato così semplice: scegli gli ortaggi che più ti ispirano e comincia questa conversazione con la natura, che ti sorprenderà ogni giorno.

Stop ad afidi e cocciniglie

Quali rimedi adottare contro afidi e cocciniglie?

Gli afidi, piccoli insetti dal corpo molle, si nutrono della linfa delle piante, causando deformazioni delle foglie e riduzione della crescita. Le cocciniglie, invece, sono parassiti che si ricoprono di una sostanza cerosa e attaccano tronchi, rami e foglie, sottraendo linfa e indebolendo la pianta. Un approccio integrato è spesso il più efficace per gestire questi insetti, proteggendo le piante da frutto e rispettando l'ambiente. Prova subito i prodotti VerdeVivo pronti all'uso come KO cocciniglie e Koracid da spruzzare direttamente sulle foglie senza diluirli.

La prevenzione nelle piante da frutto

Come intervenire contro le malattie fungine

Proteggere le piante da frutto dalle malattie fungine richiede una combinazione di pratiche mirate. Con una gestione oculata e l'adozione di misure preventive adeguate, è possibile ridurre significativamente il rischio di malattie fungine e proteggere la salute e la produzione delle piante da frutto. Utilizziamo la Propoli Spray, che non solo non interferisce con l'attività degli insetti impollinatori, ma può addirittura aumentarne la frequentazione sui fiori: irroriamo in abbondanza su fiori e foglie per una crescita sana e rigogliosa delle nostre piante.

Strategia di difesa per il tuo orto

Proteggere le coltivazioni da questo tipo di coleottero

La dorifora della patata emerge come una delle minacce più temute e dannose. Questo insetto, con il suo vorace appetito per le solanacee, si concentra principalmente sulla patata, ma può causare danni anche alle melanzane e occasionalmente ai pomodori. Una delle tecniche più efficaci per prevenire gli attacchi è la rotazione colturale, che prevede l'alternanza delle solanacee con ortaggi appartenenti ad altre famiglie, come le leguminose o le asteracee. Inoltre, il monitoraggio costante delle piante è fondamentale per individuare tempestivamente la presenza di infestazioni.

Il basilico: l'erba aromatica per eccellenza

Aroma, salute e cultura in un'unica pianta

Il basilico, con il suo aroma distintivo e le sue proprietà salutari, è una pianta che affascina e delizia da secoli. Con le sue proprietà antinfiammatorie e antibatteriche, viene comunemente utilizzato in cucina per aromatizzare piatti come pasta, insalate, zuppe e pesto. Inoltre, viene spesso utilizzato in erboristeria e medicina tradizionale per le sue proprietà curative. La sua coltivazione può essere gratificante e relativamente semplice, rendendolo una scelta popolare per gli orticoltori e gli appassionati di cucina di tutto il mondo.

Coltivare senza infestanti: la falsa semina

Come contribuire a garantire la salute e la produttività del tuo orto

Nel mondo dell'agricoltura e della coltivazione biologica, la lotta contro le infestanti rappresenta una sfida costante. Tuttavia, esistono approcci innovativi e sostenibili per contrastare questo problema, e uno di essi è la tecnica della falsa semina. Questa metodologia rivoluzionaria si basa su un processo preventivo che coinvolge la preparazione del terreno senza effettiva semina, permettendo così di stimolare la crescita delle erbe infestanti e di eliminarle prima che possano danneggiare le colture desiderate.

Zucchine: dalla semina alla raccolta

I segreti per prendersi cura della Cucurbita pepo

La coltivazione delle zucchine, appartenenti alla famiglia delle Cucurbitacee, richiede alcune considerazioni importanti. Si tratta di piante erbacee annuali, con foglie grandi e pelose, che producono fiori maschili e femminili. Per garantire la loro crescita ottimale, è necessario un terreno ben lavorato, drenato e concimato, preferibilmente a pieno sole e con temperature sopra i 15°C. L'irrigazione deve essere regolare, specialmente durante la fioritura, preferibilmente con un sistema a goccia. Tuttavia, le zucchine sono suscettibili a malattie come l'oidio e la peronospora.

Fase Krisaneem: nutrire il terreno in modo intelligente

Un nutrimento naturale per un orto sano e prosperoso

Il compostaggio è essenziale per l’orto poiché trasforma i rifiuti organici in un prezioso fertilizzante naturale, arricchendo il terreno di sostanze nutritive vitali. La compostiera favorisce il riciclo dei materiali organici, riducendo il rifiuto e migliorando la struttura e la fertilità del suolo. Il compostaggio promuove una coltivazione sostenibile e contribuisce alla salute delle piante e all’ecosistema del giardino.

Trapianto: che stress per le piantine!

Le diverse strategie per una semina efficace

Durante la preparazione del terreno destinato all’orto, le tecniche di semina variano a seconda delle esigenze delle piante. La tecnica a dimora coinvolge la semina diretta dei semi direttamente nel terreno ed è ideale per piante robuste come carote e ravanelli. La tecnica a semenzaio impiega vasi o contenitori per la germinazione delle piante in condizioni controllate ed è ottima per specie delicate come pomodori e peperoni. La ripicchettatura, infine, è un processo in cui le piantine cresciute in semenzaio vengono trapiantate nel terreno definitivo per garantire uno sviluppo più sano e robusto.

Chi ben comincia è a metà dell’opera: preparazione del terreno

La pacciamatura: un alleato fondamentale per l’orto sostenibile

La pacciamatura è di fondamentale importanza per la buona riuscita dell’orto poiché riduce l’erosione del suolo, trattiene l’umidità, controlla le erbacce e fornisce nutrienti quando si decompone. Inoltre, protegge le radici dalle variazioni di temperatura e favorisce la salute del suolo, aumentando la resa e riducendo la necessità di irrigazione e di prodotti aggressivi.

Regola d’oro: pianificare

La vitalità dell’azotofissazione per un orto rigoglioso

L’azotofissazione è vitale per l’orto poiché consente la trasformazione dell’azoto atmosferico in forme utilizzabili dalle piante, promuovendo la crescita e la salute delle colture. Le piante leguminose, come fagioli e lenticchie, svolgono un ruolo chiave in questo processo, arricchendo il terreno di azoto e migliorando la sua fertilità, rendendo così il suolo più adatto alla coltivazione delle piante orticole.